Suolo – Terra

Per molte persone – Naturalmente, i giardinieri non sono inclusi in questo gruppo – la terra è solo grigia, massa poco interessante, che si nota solo allora, quando si sporca le scarpe. Nel frattempo, il fragile terreno profumato dei nostri giardini è affascinante, ambiente vivace. Immagina una bilancia per genitori, e sopra di esso uno strato composto dai suoi frammenti alterati o depositati dall'acqua o da un ghiacciaio. Lo strato sopra è ancora più esposto alle intemperie, e le particelle minerali sono più fini. È questo strato che penetra nelle radici della pianta, e quando muoiono, i loro resti decadono. Numerosi microrganismi che abitano questa zona partecipano a questo processo, e il suo effetto è la carie, cioè humus. Questa meravigliosa miscela di sostanze inorganiche e organiche, che costituisce lo strato superiore della terra, questo è il terreno.

La maggior parte di noi ha sentito parlare del suolo coltivabile e del suolo nativo. Se scaviamo una buca, sulle sue pareti laterali possiamo vedere due diversi strati. Lo strato inferiore è il suolo nativo, che di solito è più luminoso e conciso. Sopra c'è lo strato superiore che contiene molta più materia organica - questo è lo strato arabile. Quando si parla della terra, che lei è "buona", di solito significa, che ha uno spesso, strato superiore fertile, che è ottimo per far crescere le piante. generalizzando, si può dire, che metà del volume dello strato superiore è costituito da vuoti, cioè le stagioni. Le condizioni per lo sviluppo della pianta sono buone, quando metà di questi pori sono pieni d'acqua, e mezza aria, quando 90% le particelle solide sono sostanze minerali, un 10% organico, quella è la carie.

Lo scopo dei trattamenti agrotecnici è quello di crearne uno profondo, strato di terreno fertile, che fornirà le condizioni ottimali per lo sviluppo delle piante coltivate. Indipendentemente da, che tipo di terreno c'è nel nostro giardino, possiamo cambiarne la struttura e la composizione, scavando attraverso di lei, migliorandone la permeabilità o arricchendolo con materiale organico o fertilizzanti minerali. Spesso dobbiamo anche proteggere il suolo dall'erosione: ci preoccupiamo, coprirsi di vegetazione, pacciame o fertilizzante verde. Grazie a questo, la pioggia non laverà via ingredienti preziosi da esso.